PADRE OMELIA DI JUSTIN PER TUTTI I SANTI. (2)










PADRE OMELIA DI JUSTIN PER TUTTI I SANTI.

TEMA: ANCHE NOI POSSIAMO ESSERE SANTI.

CURA DI: Don Justin Nzekwe.

OMELIA DI MARTEDI’ 1 NOVEMBRE 2022.

La Santa Chiesa, presa nella sua totalità, si compone di tre parti: la Chiesa militante, la Chiesa trionfante e la Chiesa purgante, cioè il Purgatorio. Oggi commemoriamo la Chiesa trionfante. Si tratta di un numero incalcolabile di uomini e donne che hanno vissuto una vita esemplare sulla terra e ora sono in cielo. Hanno soddisfatto le richieste del messaggio evangelico, sacrificato i piaceri del mondo e attraversato la porta stretta del paradiso. Alcune di loro sono sposate, altre vergini, altre ancora religiose, sacerdoti, vescovi, papi, medici, infermiere, contabili, ingegneri, agricoltori, insegnanti, professori e di tutti gli altri settori della vita. Sono persone che provengono da “ogni nazione, razza, tribù e lingua del mondo”. Alcuni di loro sono nostri parenti, mentre altri provengono da Paesi lontani. Ora vivono nella gloria davanti al trono di Dio, adorando Dio senza sosta. Sono i santi del cielo. La Chiesa ha riconosciuto e canonizzato alcuni di loro, mentre molti altri devono ancora essere identificati come santi, ma sono comunque in cielo. Questi santi sono coloro che hanno compreso le Beatitudini non con la mente ma con il cuore e le hanno vissute nella loro vita quotidiana quando erano sulla terra. Le loro vite sono diventate una testimonianza della fedeltà di Dio e una prova che la morte di Cristo sulla croce non è stata vana.

Mentre onoriamo i santi (oggi), non dimentichiamo che anche noi possiamo essere santi se decidiamo di vivere una vita santa. Il viaggio verso la santità inizia qui sulla terra. La vita che viviamo oggi può diventare la biografia di un santo di domani, se la viviamo nel modo giusto. Il modo in cui ci relazioniamo ogni giorno con i nostri simili è molto importante. Il valore che diamo alle cose di Dio parla molto di noi. Il modo in cui ci prendiamo cura della nostra anima è un’indicazione di dove vogliamo che sia la nostra anima dopo la nostra vita sulla terra. Dobbiamo sempre ricordare che i santi erano persone comuni che seguivano e adoravano Dio con un amore straordinario. Non erano persone perfette che non commettevano alcun peccato, ma piuttosto persone che si rendevano conto che il peccato è pericoloso e decidevano di collaborare con la grazia di Dio per vincere il peccato. Hanno ricevuto il perdono e sono diventati fedeli testimoni del regno di Dio. Erano determinati e si sforzavano onestamente di essere santi, e la grazia di Dio li assisteva. [Questo segreto dei santi non sta solo nell’osservare i comandamenti di Dio, ma anche nel seguire le linee guida delle beatitudini. Tutti possiamo essere santi se evitiamo il peccato e decidiamo di vivere una vita santa. Dio è sempre disposto ad accoglierci nella sua famiglia. [Gesù ha già pregato per noi dicendo: “Mentre ero con loro, li ho protetti e li ho custoditi con il nome che mi hai dato. Nessuno è andato perduto, se non colui che è destinato alla distruzione, perché si compisse la Scrittura” (Gv 17,12). In questa santa messa preghiamo affinché, per intercessione di tutti i santi, possiamo ricevere la grazia di vivere una vita santa, in modo che alla fine della nostra vita terrena possiamo unirci ai santi in cielo.




Dearest Friend of Homily Hub, We need about $1350 to pay up our subscription debts. We do not only publish the Word of God, we also have a charity Foundation. We accept donations as low as $5. Please, listen to the voice of God in your heart, you could be an answer to our prayers to God. You can also send checks. Fill the simple form below to Donate>>>