OMELIA PER LA MEMORIA DEI SANTI GIOACCHINO E ANNA. (1)

John Mary Vianney









OMELIA PER LA MEMORIA DEI SANTI GIOACCHINO E ANNA.

TEMA: LA PARABOLA DEL GRANO E DELLE ERBE

CURA DI: don Justin Nzekwe

OMELIA DI MARTEDI’ 26 LUGLIO 2022

Attualmente viviamo in un mondo temporale, la nostra dimora permanente è in cielo. Gesù, nella lettura del Vangelo di oggi, ci ha insegnato il significato della parabola del grano e della gramigna.

Secondo lui, “Colui che semina il buon seme è il Figlio dell’uomo. Il campo è il mondo e il seme buono sono i figli del Regno. La zizzania sono i figli del Maligno e il nemico che l’ha seminata è il diavolo. La mietitura è la fine del mondo e i mietitori sono gli angeli. Come dunque si raccoglie la zizzania e la si brucia nel fuoco, così avverrà alla fine del mondo”. Questa parabola continua a ricordarci la necessità di vivere una buona vita qui sulla terra come cittadini del cielo.

La nostra vita significa i frutti che portiamo. Se viviamo una vita buona, allora stiamo portando frutti buoni, mentre se viviamo una vita cattiva, stiamo portando frutti cattivi. Tuttavia, la nostra vocazione di cristiani è una vocazione a vivere una vita buona. Non dobbiamo seguire coloro che pensano che non ci sia vita dopo la morte o giudizio dopo la morte. Ognuno di noi renderà conto della propria vita quotidiana nell’ultimo giorno, e non sappiamo quando questo ultimo giorno arriverà. Dovreste sempre porvi queste domande: penso che la vita che sto vivendo ora farà sì che Gesù mi sorrida con soddisfazione, o lo farà sentire in colpa perché non sto obbedendo ai suoi comandamenti? La vita che sto vivendo oggi mi meriterà il paradiso? La lettura del Vangelo ci ricorda inoltre che “Il Figlio dell’uomo manderà i suoi angeli, i quali raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti quelli che commettono iniquità e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. Allora i giusti splenderanno come il sole nel regno del Padre loro. Chi ha orecchi, ascolti!”. Significa che mentre alcuni gioiranno nell’ultimo giorno, altri saranno tristi. Tuttavia, noi tutti qui saremo tra coloro che risplenderanno come il sole in cielo, poiché abbiamo già la nostra Madre Maria che intercederà per noi. Celebriamo la memoria dei santi Gioacchino e Anna, genitori di Maria e nonni di Gesù.

Ricordiamo una coppia retta che ha educato molto bene la figlia Maria. Oggi sono molto soddisfatti che la loro figlia sia diventata la Madre di Dio, anzi la Madre di tutto il Creato. In questa santa Messa preghiamo per l’intercessione dei santi Gioacchino e Anna, affinché Dio ci conceda la grazia di vivere una vita santa e di poter ottenere il favore di Dio come la nostra Madre Maria ha ricevuto da Dio il favore immeritato.







Dearest Friend of Homily Hub, We need about $1350 to pay up our subscription debts. We do not only publish the Word of God, we also have a charity Foundation. We accept donations as low as $5. Please, listen to the voice of God in your heart, you could be an answer to our prayers to God. You can also send checks. Fill the simple form below to Donate>>>