ANNO C: OMELIA PER LA SOLENNITÀ DELLA SACRA FAMIGLIA

ANNO C: OMELIA PER LA SOLENNITÀ DELLA SACRA FAMIGLIA

OMELIA PER LA SOLENNITÀ DELLA SACRA FAMIGLIA, ANNO C

TEMA OMELIA: LEGAME DI FAMIGLIA

DI: Don Justin Nzekwe

OMELIA: Vengo da una cultura in cui ci si aspetta che molti giovani uomini e donne lascino il loro villaggio in città per cercare pascoli più verdi, mentre alcuni dei loro genitori rimangono nel villaggio per dedicarsi a un’agricoltura su piccola scala, o impegnarsi in piccolo commercio. C’è un legame molto forte con la famiglia, il che rende molto doloroso uscire di casa, eppure hanno bisogno di uscire per trovare un lavoro. Tuttavia, tutti hanno aspettato il Natale per viaggiare a casa e incontrare la loro grande famiglia, partecipare alle riunioni del villaggio e incontrare i parenti lontani. La famiglia è più forte e migliore quando c’è pace e amore. La Sacra Famiglia serve da modello per ogni famiglia. L’amore che lega la Sacra Famiglia è lo stesso amore che dovrebbe legare ogni famiglia cristiana.

Non esiste una famiglia perfetta, ma possiamo sforzarci di costruire una santa famiglia coltivando una cultura dell’amore e delle preghiere. All’interno della Sacra Famiglia ci sono diversi personaggi; il personaggio di San Giuseppe che è un uomo gentile; si rifiutò di disonorare Maria, quando scoprì che era incinta per un opera dello Spirito Santo. Anche Giuseppe era desideroso di sostenere la sua famiglia e viaggiò con loro in Egitto per proteggerli. Abbiamo Maria che ha vissuto una vita contemplativa, sempre meditando sui suoi incontri spirituali. Accettava sempre la volontà di Dio in tutte le cose e viveva una vita di purezza.

Ha rifiutato di essere severa con Gesù bambino quando l’ha trovato dopo un giorno di scomparsa alla fine di una festa del tempio. Conosce anche le potenzialità di suo figlio, che lo motiva a fare il suo primo miracolo a Canaan per non far vergognare il celebrante del matrimonio. Abbiamo il carattere di Gesù che, sebbene fosse Dio, rimane obbediente al suo padre adottivo, Giuseppe. Rispettava sua madre ed era desideroso di lavorare e dimorare nella casa del suo Padre celeste. Tuttavia, tutta la famiglia ha vissuto umilmente la loro vita, nel totale amore per Dio e nel rispetto della tradizione ebraica, come è stata loro tramandata da Mosè.

Oggi, la piccola famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe sono diventati una grande famiglia di tutto il mondo attraverso la fede nel nostro Salvatore, Gesù Cristo. Fai parte di questa famiglia? Se sì, quanto hai recitato la tua parte non solo nella tua famiglia nucleare, ma anche nella famiglia di Dio, estendendo l’amore agli altri? Siamo chiamati a rinnovare il nostro amore per la famiglia attraverso la nostra condotta e il nostro valore per la vita, non importa quanto in basso.

Siamo chiamati a imitare la Sacra Famiglia allevando i nostri figli e incoraggiando anche i nostri nipoti a crescere nell’amore di Dio. Possiamo anche chiamare la prima lettura di oggi per imitare Anna, che ha adempiuto la sua promessa a Dio offrendo il suo unico figlio a servire nel tempio di Dio.

Continuiamo a condividere l’amore della Sacra Famiglia fino a quando tutta la famiglia di Dio si incontra in paradiso l’ultimo giorno.

Leave a Reply